Rete delle città in Comune. Assemblea nazionale domenica 2 luglio a Roma. Dopo il Brancaccio andiamo avanti verso la lista unitaria di alternativa della sinistra

Abbiamo lavorato in questi mesi e lavoreremo per contribuire a dare un metodo – dal basso – e contenuti al programma per una lista alternativa alle prossime elezioni. Un contributo in primis al percorso aperto dall’appello di Falcone (che sarà presente alla nostra assemblea) e Montanari con l’appuntamento del 18 giugno us.

Costruire un’altra tappa di avvicinamento alla realizzazione di quel programma architrave di una soggettività e di una lista alternative all’attuale offerta politica – dal PD alle varie destre, al M5S, nonché a fantomatiche riproposizioni di formule politiciste già superate e fallimentari – nella consapevolezza che la maggioranza delle cittadine e dei cittadini  chiede una radicale alternativa alle politiche degli ultimi trent’anni, che hanno portato a esclusione, competizione al ribasso, impoverimento sociale e culturale di buona parte della società italiana (ed europea).

Un programma che faccia della costruzione dal basso – dalle esperienze civiche, di cittadinanza, di sinistra, che buoni risultati hanno per altro generalmente ottenuto alle ultime elezioni amministrative – non uno specchietto per le allodole funzionale alla sopravivenza di qualche gruppo dirigente, ma un vero e proprio cambio di paradigma nella realizzazione del programma per le prossime politiche; non i territori, le città, le esperienze locali che si mettono a disposizione del quadro nazionale, ma quest’ultimo che si delinea facendo concretamente tesoro di tali esperienze.

Non sono, queste, enunciazioni, ma quanto in queste settimane e mesi abbiamo provato effettivamente a fare: prima con la presentazione di ordini del giorno nelle istituzioni su tanti temi “caldi”, poi con la giornata di mobilitazione dell’8 aprile scorso contro i decreti Minniti – Orlando, infine – e soprattutto – con la carovana “Le Piazze dell’alternativa” dove la messa a valore di tematiche territorio per territorio avevano (e hanno) l’ambizione di produrre un contributo significativo (di esperienze, di proposte, di sintesi) a quello che deve essere un mosaico coerente da offrire alle tante e tanti che non ne possono più di sentire affermazioni che poi si traducono nell’opposto, una volta che si passa ai fatti.

Per fare il punto sul lavoro svolto, sui risultati della carovana (che prosegue), sulla prosecuzione e rafforzamento dell’attività, e per confrontarsi sul come offrire nel migliore dei modi un contributo al percorso avviato al Brancaccio di Roma a seguito dell’appello di Falcone e Montanari – al quale abbiamo aderito e del quale condividiamo obbiettivi e modalità, consci di poter dare un significativo apporto sotto forma di elementi programmatici emersi nel nostro percorso e di modalità di costruzione programmatica – ci vedremo per la nostra assemblea nazionale domenica prossima 2 luglio a Roma (sala Esquilino – Viale Galilei, 53 dalle ore 10).

Tutto, da quel che viviamo e vediamo ogni giorno a quel che sono stati anche gli esiti delle amministrative ultime, ci dice – come per altro è emerso al Brancaccio (Anna Falcone sarà presente alla nostra assemblea) – che non c’è tempo da perdere se vogliamo offrire un approdo di reale alternativa, di cittadinanza e di sinistra a tutte e tutti coloro che ne hanno un urgente e estremo bisogno.

 

La Rete delle Città in Comune

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...